Vai a sottomenu e altri contenuti

Separazioni e Divorzi davanti all'Ufficiale di Stato Civile

In data 11 Dicembre 2014 è entrato in vigore il D.L. N. 132/2014, convertito in Legge N. 162/2014, che permette di separarsi, divorziare o modificare le precedenti condizioni di separazione o divorzio, in maniera consensuale, senza rivolgersi ad Avvocati o al Tribunale.

DOVE SI PUO' FARE:

Ai coniugi è data la possibilità di presentare una richiesta congiunta all'Ufficiale dello Stato Civile del Comune:

  • di residenza di uno dei coniugi;
  • in cui è iscritto l'Atto di Matrimonio a seguito di celebrazione con rito civile;
  • in cui è trascritto l'Atto di Matrimonio celebrato con rito religioso;
  • in cui è trascritto l'Atto di Matrimonio celebrato all'Estero.

L'assistenza di un Avvocato è facoltativa.

CHI SI PUO' AVVALERE DI QUESTA MODALITA' SEMPLIFICATA:

Tutte quelle coppie:

  • dalla cui unione non risultino:

- figli minori;

- figli maggiorenni incapaci (cioè sottoposti a tutela, curatela, amministrazione di sostegno);

- figli maggiorenni portatori di handicap grave (Legge N. 104/1992);

- figli maggiorenni economicamente non autosufficienti.

  • che raggiungano l'accordo senza alcuna clausola avente carattere dispositivo sul piano patrimoniale - a titolo esemplificativo e non esaustivo si citano l'uso della casa coniugale, passaggi di proprietà dell'abitazione - ad eccezione dell'attribuzione di un assegno periodico c.d. di mantenimento in caso di separazione, o assegno c.d. divorzile in caso di scioglimento o cessazione degli effetti civili del Matrimonio.

In presenza di figli minori o maggiorenni, nelle condizioni di cui sopra, è prevista la possibilità di ricorrere alla negoziazione assistita con l'assistenza di almeno un Avvocato per parte.

Ai fini del divorzio, occorre che sia stata pronunciata, con sentenza passata in giudicato, la separazione giudiziaria dei coniugi, oppure sia stata omologata la separazione consensuale, e che la separazione si sia protratta ininterrottamente per almeno dodici mesi a far data della presentazione dei coniugi davanti al Presidente del Tribunale nella procedura di separazione giudiziale, e di sei mesi nela caso di separazione consensuale, anche quando il giudizio contenzioso si sia trasformato in consensuale ovvero dalla data certificata nel caso di negoziazione assistita da Avvocati (art. 6), o dalla data dell'accordo concluso davanti all'Ufficiale dello Stato Civile (art. 12) (art. 3 comma 2 lett. b) della Legge N. 898/1970 e ss.mm.).

COME AVVIARE LA PROCEDURA:

Per avviare la procedura è neccessario rivolgersi all'Ufficiale di Stato Civile per chiedere informazioni sulla documentazione occorrente, sottoscrivendo successivamente, da parte di entrambi i coniugi, specifico modulo per conferire i dati necessari per l'acquisizione dei documenti. Acquisiti tutti i documenti necessari, l'Ufficiale di Stato Civile fisserà un appuntamento per sottoscrivere l'accordo.

SOTTOSCRIZIONE DELL'ACCORDO E SUA CONFERMA:

Il giorno dell'accordo, l'Ufficiale di Stato Civile riceverà da ciascun coniuge la dichiarazione di volontà per 'separarsi, divorziare o modificare le precedenti condizioni di separazione o divorzio', secondo le condizioni pattuite. Compilato e sottoscritto l'accordo, viene fissato un nuovo appuntamento per la conferma dello stesso.

Alla data del secondo appuntamento (non prima di 30 giorni dal primo), i due coniugi devono ripresentarsi davanti all'Ufficiale di Stato Civile per confermare l'accordo.

La mancata comparizione nel giorno concordato, senza giustificato motivo, varrà quale rinuncia e quindi con conseguente mancata conferma dell'accordo.

DECORRENZA DEGLI EFFETTI:

Nei casi di separazione e divorzio, l'efficacia si avrà con la conferma dell'accordo, mentre gli effetti giuridici decorreranno dalla data dell'accordo medesimo.

Nel caso di modifica delle condizioni di separazione o divorzio, l'accordo è immediatamente efficace.

Requisiti

-

Costi

- Il procedimento prevede un costo di € 16,00, da versare sul conto corrente postale N° 16547093 intestato al Comune di Aidomaggiore - Servizio di Tesoreria - con la seguente causale: Nome e Cognome di chi effettua il versamento - Diritto fisso per accordo ai sensi dell'art. 12 del D.L. N. 132/2014.

Normativa

  • D.P.R. N. 396/2000;
  • Legge N. 898/1970 e ss.mm.;
  • D.L. N. 132/2014, convertito in Legge N. 162/2014;
  • Circolare M.I. N. 19 del 28/11/2014;
  • D.M.I. del 9 Dicembre 2014;
  • Circolare M.I. N. 6/2015

Documenti da presentare

  • Documenti d'identità in corso di validità di entrambi i coniugi;
  • Nel caso di divorzio: sentenza di separazione giudiziale, passata in giudicato, ovvero decreto di omologa della separzione consensuale, se il procedimento di separazione si è svolto con procedimento giurisdizionale, mentre in caso di separazione avvenuta con negoziazione assistita o davanti all'Ufficiale dello Stato Civile ocorrerà prendere visione dei relativi atti iscritti o trascritti nei registri di Stato Civile;
  • Nel caso di modifica delle precedenti condizioni: precedente accordo.

Incaricato

Ufficiale di Stato Civile - Sig.ra Lucia Pala

Tempi complessivi

- 60 giorni circa
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto