Vai a sottomenu e altri contenuti

Raccolta firme per Referendum previsti dalla Costituzione o proposte di Legge di iniziativa popolare

La materia è regolata dalla Legge N. 352 del 25 Maggio 1970 'Norme sui Referendum previsti dalla Costituzione e sulla iniziativa legislativa del popolo'.

I promotori del Referendum o della proposta di legge di iniziativa popolare presentano alla Segreteria del Comune i moduli su cui, una volta apposta la vidimazione da parte del Segretario Comunale o di un'altra autorità indicata dalla legge, si potranno raccogliere le firme degli elettori che vorranno sottoscrivere il Referendum o la proposta di legge (art. 7 della legge sopra citata).

L'Ufficio Elettorale Comunale, una volta acquisiti materialmente i moduli di raccolta firme, sarà a disposizione per l'autentica della sottoscrizione da parte degli iscritti alle Liste Elettorali del Comune. Oltre alla autentica della firma, il predetto Ufficio rilascerà anche la certificazione attestante il possesso del diritto elettorale (art. 8 della citata legge).

Una volta espletati tali adempimenti, e scaduto il termine per la raccolta delle firme in questione, sarà compito dei presentatori o dei loro delegati provvedere al ritiro dei moduli, per procedere così all'inoltro e al successivo deposito delle firme presso la Corte di Cassazione.

Si precisa che non è compito degli Uffici Comunali assolvere oneri di tipo organizzativo, quali stampa di moduli, presentazione per la vidimazione e spedizione a proprio carico dei moduli.

Requisiti

- Essere cittadino italiano; - Essere iscritto nelle Liste Elettorali del Comune

Costi

Nessun costo.

Normativa

  • Legge N. 352 del 25 maggio 1970 'Norme sui Referendum previsti dalla Costituzione e sulla iniziativa legislativa del popolo'.

Incaricato

Responsabile dell'Ufficio Elettorale - Sig.ra Lucia Pala

Tempi complessivi

- Rilascio immediato
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto