Vai a sottomenu e altri contenuti

Assistenza economica

Gli interventi socio-assistenziali di natura economica sono diretti ai singoli cittadini o ai nuclei familiari in condizioni economiche tali da non consentire il soddisfacimento dei bisogni fondamentali di vita al fiIl ricorso alle prestazioni di carattere economico è limitato alle ipotesi in cui non sia possibile o risulti inopportuno l'utilizzazione di altre tipologie di intervento socio-assistenziale previste dalla legge.

Gli interventi possono essere:
a carattere continuativo, se il richiedente si trova in stato di bisogno e non abbia parenti o affini, tenuti agli alimenti, in grado di provvedervi;
a carattere straordinario, se il richiedente si trova in stato di bisogno per il verificarsi di un evento eccezionale e/o imprevedibile;
a titolo di anticipazione, quando lo stato di bisogno sia dovuto alla corresponsione di assegni previdenziali edne di promuovere l'autonomia. nonché contribuire ad evitare il deteriorarsi di situazioni personali o familiari assistenziali o nell'introito di altre entrate a cui si ha diritto.

L'oggetto dell'assistenza economica è di norma costituito da una somma in denaro salvo casi eccezionali in cui esistano controindicazioni sotto il profilo tecnico-assistenziale.

L'assistenza economica costituisce quindi, parte integrante di un programma personalizzato di integrazione sociale attraverso la promozione di capacità individuali e mediante il perseguimento dell'indipendenza economica delle persone.
Il Servizio Sociale Professionale ricevuta la domanda da parte del richiedente, raccoglie le prime informazioni e, dopo aver effettuato le dovute indagini anche domiciliari, esprime il parere positivo o negativo alla concessione del sussidio

L'intervento di natura economica è erogato secondo il criterio del minimo vitale. Per minimo vitale si intende il livello minimo di reddito ritenuto indispensabile per i bisogni primari relativi all'alimentazione, al vestiario all'igiene e alla vita di relazione.

Requisiti

Famiglie o persone prive di redito o con reddito insufficiente al soddisfacimento dei bisogni essenziali. L'assistente sociale verifica i requisiti e le condizioni sociali attraverso colloquio e/o visita domiciliare e propone l'erogazione del contributo stabilito in base alle necessità ed in rapporto alle disponibilità finanziarie dell'ente.

Costi

nessuno

Normativa

Legge 328/2000 e Legge Regionale n. 23/2005. Piano Locale Unitario alla Persona (PLUS) de.i servizi in gestione non associata, del Comune di Aidomaggiore

Documenti da presentare

E' necessario presentare presso l'ufficio di servizio sociale:
- la domanda di contributo su apposito stampato;
- l'autocertificazione relativa alla situazione reddituale di tutti i componenti del nucleo familiare
- ogni altra documentazione attestante al situazione di disagio.

Termini per la presentazione

Nel corso dell'anno al verificarsi dell' evento.

Incaricato

Murru Patrizia

Tempi complessivi

30 giorni

Documenti allegati

Documenti allegati
Titolo  Formato Peso
Richiesta contributo economico Formato rtf 119 kb
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto