Vai a sottomenu e altri contenuti

Assegno di maternità

L'assegno di maternità è un beneficio economico riconosciuto dall'INPS, ai sensi dell'articolo 66 della legge n° 448/98 e successive modifiche e integrazioni, a madri disoccupate che non percepiscono già l'indennità di maternità dal datore di lavoro o dall'INPS.
La domanda e il calcolo dell'importo dell'assegno devono essere predisposte da un CAF e successivamente trasmessi all'ufficio di servizio sociale del Comune (entro sei mesi dalla data del parto) da parte della madre o dai soggetti indicati dalla normativa vigente.
La legge prevede che non si debbano superare determinati limiti di reddito I.S.E., stabiliti annualmente.
L'assegno è corrisposto per cinque mensilità e, se corrisposto per intero, per l'anno 2015 è pari complessivamente ad € 1.691,05.
L'ufficio di servizio sociale, ricevuta la domanda, provvede ad adottare gli atti necessari per il riconoscimento del beneficio e ad inoltrare telematicamente la domanda all'INPS.

Requisiti

residenza in Italia; - realizzarsi di uno dei seguenti eventi: nascita di un bimbo, affidamento preadottivo, adozione di un minore.

Costi

nessun costo

Normativa

Articolo 66 della legge n° 448/98 e successive modifiche e integrazioni

Documenti da presentare

Richiesta dell'assegno di maternità
Dichiarazione ISEE
Calcolo dell'importo dell'assegno

Termini per la presentazione

Entro sei mesi dalla nascita del figlio

Incaricato

PatriziaMurru

Tempi complessivi

30 giorni

Documenti allegati

Documenti allegati
Titolo  Formato Peso
Domanda per la richiesta dell’assegno di maternità Formato pdf 933 kb
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto