Vai a sottomenu e altri contenuti

Perdita della cittadinanza italiana

COSA E' LA PERDITA DELLA CITTADINANZA ITALIANA:

Innanzitutto la CITTADINANZA ITALIANA è uno status che dà diritti e doveri, ed è la condizione del cittadino alla quale l'ordinamento giuridico italiano riconosce la pienezza dei diritti civili e politici.

La PERDITA DELLA CITTADINANZA ITALIANA è la perdita dello status di cittadino italiano, con la conseguente perdita di quell'insieme di diritti ed obblighi derivanti dall'appartenenza ad una comunità politica istituzionalizzata.

La cittadinanza italiana si perde quando si verificano determinate situazioni previste dalla Legge n. 91/1992, e al verificarsi di comportamenti da parte dei soggetti interessati che, in modo esplicito, attraverso una dichiarazione, o indirettamente, testimoniano la volontà di cessare i rapporti con lo Stato Italiano.

Una volta persa la cittadinanza italiana, questa può essere riacquistata se si verificano determinate condizioni previste dalla Legge (ad es. chi presta il servizio militare per l'Italia, chi assume o ha assunto un pubblico impiego alle dipendenze dello Stato Italiano, ecc.).

IN QUALI CASI SI PERDE LA CITTADINANZA ITALIANA:

La perdita della Cittadinanza Italiana è prevista nei seguenti casi:

  • per l'adottato che ha acquistato la cittadinanza italiana, nei cui confronti interviene successivamente la revoca dell'adozione;
  • per il cittadino che possiede, acquista o riacquista una cittadinanza straniera;
  • per il cittadino figlio di chi ha acquistato o riacquistato la cittadinanza durante la sua minore età;
  • per il cittadino che ha accettato un pubblico impiego o una carica pubblica da uno Stato o Ente Pubblico estero, o da un Ente Internazionale a cui non partecipa l'Italia, o per uno Stato in guerra con l'Italia.

Oggi però, a differenza di quanto avveniva in pasato, la Legge consente al cittadino che possiede, acquista o riacquista una cittadinanza straniera, di conservare quella italiana, con la possibilità di rinunciarvi a condizione di risiedere all'estero o di stabilire la residenza all'Estero.

Requisiti

-

Costi

- Nessun costo

Normativa

  • Legge 5 Febbraio 1992 N. 91;
  • D.P.R. 12 Ottobre 1993 N. 572

Incaricato

Ufficiale di Stato Civile - Sig.ra Lucia Pala

Tempi complessivi

-
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto